home cosa cerchiamo dipinti ciondoli il talismano scoperte 72 angeli

 

 

9. HAZIEL

Misericordia

È la necessità di partecipare attivamente al dolore altrui: esattamente il contrario del provare pena, cosa che presuppone un senso di superiorità.
Partecipare, però, non significa mostrare ipocritamente una sofferenza che comunque non ci appartiene: nessuno può mettersi totalmente nei panni di un altro, ed è bene riconoscerlo.
Misericordioso è colui che dà comprensione, vicinanza, sostegno; colui che, confortando, è disposto ad offrire il proprio aiuto.

Vuoi approfondire?

 
 

 
 

Haziel è un "pensiero divino" messo a disposizione dei nati dal 1 al 5 maggio circa, i quali - secondo la Tradizione - ricevono questi doni:

 Buon garbo e amabilità.
Animo clemente e caritatevole.
Generosità. Propensione a concedere il perdono.
Doti di conoscenza dell'animo umano. Franchezza.
Capacità di consigliare e di infondere fiducia e serenità.

 
 

 
 

Il dono è un'inclinazione, una tendenza, e può essere accettato o non preso nemmeno in considerazione.
Naturalmente è raro sviluppare tutte le tendenze portate dai nostri tre Angeli di nascita: saranno il carattere, l'ambiente e le vicissitudini della vita a scegliere con noi. Ma attraverso il dono, l'angelo dà anche se stesso.

 

 

Nell'antichità Haziel veniva invocato con questo versetto:

"Ricordati, Signore, del tuo amore,
della tua fedeltà che è da sempre"

(Sal. 25,6)

 

   .

   
   

 

 
 

Testi di M. Antonietta Pirrigheddu

© proprietà letteraria riservata