home cosa cerchiamo dipinti ciondoli il talismano scoperte 72 angeli

 

 

6. LELAHEL

Luce

L'Occhio di Dio. Un faro per la via da percorrere, ciò che permette di vedere e di capire. Chi riesce a scorgere questa Luce scopre che spesso le interpretazioni umane, soprattutto quelle religiose, sono condizionate e limitate, e che la vita è molto più di quel che appare.

Vuoi approfondire?

 
 

 
 

Lelahel è un "pensiero divino" messo a disposizione dei nati dal 15 al 20 aprile circa, i quali - secondo la Tradizione - ricevono questi doni:

Attitudine a puntare in alto, ad emergere.
Capacità di rappacificare e far comprendere.
Amore per la conoscenza; chiarezza di pensiero.
Intuizione. Ottimismo e fiducia in se stessi.
Concretezza. Capacità di rinnovarsi.

 
 

 
 

Il dono è un'inclinazione, una tendenza, e può essere accettato o non preso nemmeno in considerazione.
Naturalmente è raro sviluppare tutte le tendenze portate dai nostri tre Angeli di nascita: saranno il carattere, l'ambiente e le vicissitudini della vita a scegliere con noi. Ma attraverso il dono, l'angelo dà anche se stesso.

 

 

Nell'antichità Lelahel veniva invocato con questo versetto:

"Cantate inni al Signore, che abita in Sion,
narrate tra i popoli le sue opere"
 

(Sal. 9,12)

 

   .

   
   

 

 
 

Testi di M. Antonietta Pirrigheddu

© proprietà letteraria riservata