home cosa cerchiamo dipinti ciondoli il talismano scoperte 72 angeli

 

 

67. EYAEL

Trasformazione

Anche il male è qualcosa di prezioso: è fondamentale all’evoluzione!
“Trasformare” non significa annullarlo, ma riconoscere la sua utilità, trarne i giusti insegnamenti e metterli al servizio del bene, nella consapevolezza che non c’è bene senza male. Allo stesso modo si opera per il proprio cambiamento: non soffocando e nascondendo a se stessi le proprie ombre, ma al contrario portandole alla luce per poterle dominare.
La conoscenza è la chiave della trasformazione.

Approfondimenti

 
 

 
 

Eyael è un "pensiero divino" messo a disposizione dei nati dal 19 al 24 febbraio circa, i quali - secondo la Tradizione - ricevono questi doni:

Attitudine a cambiare e rinnovarsi.
Inclinazione a cogliere gli aspetti positivi dell’esistenza
e ad affrontare gli eventi con ottimismo.
Capacità di infondere serenità anche nel prossimo.
Mente feconda e creativa.
Apprezzamento per la solitudine.
Capacità di affacciarsi oltre l’orizzonte delle cose comuni.

 
 

 
 

Il dono è un'inclinazione, una tendenza, e può essere accettato o non preso nemmeno in considerazione.
Naturalmente è raro sviluppare tutte le tendenze portate dai nostri tre Angeli di nascita: saranno il carattere, l'ambiente e le vicissitudini della vita a scegliere con noi. Ma attraverso il dono, l'angelo dà anche se stesso.

 

 

Nell'antichità Eyael veniva invocato con questo versetto:

"Cerca la gioia nel Signore,
esaudirà i desideri del tuo cuore"

(Sal. 37,4)

 

   .

   
   

 

 
 

Testi di M. Antonietta Pirrigheddu

© proprietà letteraria riservata