home cosa cerchiamo dipinti ciondoli il talismano scoperte 72 angeli
 
 

 

 

57. NEMAMIAH

Capacità di giudizio

Per conoscere la vita nella sua più profonda essenza è necessario avere discernimento:
ossia essere capaci di distinguere - nella marea di cose, eventi, idee e opinioni nella quale siamo immersi - ciò che è bene e ciò che è male, cosa è giusto e cosa è sbagliato.
Che cosa ci sorregge nella valutazione del mondo e di noi stessi? La capacità di giudizio. In questo contesto, però, la parola giudicare non va intesa nel senso corrente. La vera capacità di giudizio è ciò che ci permette di intuire e capire quali effetti avranno le nostre scelte. Una facoltà che ci aiuterà a comprendere anche le motivazioni alla base delle scelte altrui. Quando le nostre decisioni non sono più casuali o avventate, ma sorrette dal discernimento e dal sano giudizio, la vita cambia e diviene “reale”.

Vuoi approfondire?

 
 

 
 

Nemamiah è un "pensiero divino" messo a disposizione dei nati dal 1 al 5 gennaio circa, i quali - secondo la Tradizione - ricevono questi doni:

Lucidità, apertura mentale.
Attitudine ad andare oltre la mentalità corrente.

Forza di combattere per i propri ideali. Senso di giustizia.

Capacità di prendere in mano le redini delle situazioni.

Coraggio, tenacia; capacità di sopportare la fatica.

Praticità e doti organizzative.

 
 

 
 

Il dono è un'inclinazione, una tendenza, e può essere accettato o non preso nemmeno in considerazione.
Naturalmente è raro sviluppare tutte le tendenze portate dai nostri tre Angeli di nascita: saranno il carattere, l'ambiente e le vicissitudini della vita a scegliere con noi. Ma attraverso il dono, l'angelo dà anche se stesso.

 

 

Nell'antichità Nemamiah veniva invocato con questo versetto:

"Confida nel Signore, chiunque lo teme:
egli è loro aiuto e loro scudo"

(Sal. 115,11)

 
   .
   
   

 

 
 

Testi di M. Antonietta Pirrigheddu

© proprietà letteraria riservata