home cosa cerchiamo dipinti ciondoli il talismano scoperte 72 angeli
 
 

47. ASALIAH

Contemplazione

È la consapevolezza che ogni cosa esistente è riverbero del volto di Dio e sua manifestazione. È la capacità di "vedere" Dio in ogni creatura, anche la più insignificante, e di contemplarlo ovunque si posi lo sguardo. Bisogna andare oltre la superficie, per trovare l'essenza di ogni cosa e di ogni essere.

Vuoi approfondire?

 
 

 
 

Asaliah è un "pensiero divino" messo a disposizione dei nati dal 13 al 17 novembre circa, i quali - secondo la Tradizione - ricevono questi doni:

Capacità di utilizzare le proprie intuizioni per dar forma al proprio essere.
Chiarezza, logica e profondità di pensiero.
Perspicacia; capacità di approfondire ciò che si agita dentro le persone o le situazioni.
Marcata attitudine ad istruire e rivelare.
Passione per la conoscenza. Interesse per l'esoterismo e per tutto ciò che è sconosciuto ai più.
Propensione a capire "oltre" e ad elevarsi grazie a questo.

 
 

 
 

Il dono è un'inclinazione, una tendenza, e può essere accettato o non preso nemmeno in considerazione.
Naturalmente è raro sviluppare tutte le tendenze portate dai nostri tre Angeli di nascita: saranno il carattere, l'ambiente e le vicissitudini della vita a scegliere con noi. Ma attraverso il dono, l'angelo dà anche se stesso.

 

 

Nell'antichità Asaliah veniva invocato con questo versetto:

"Quanto sogno grandi, Signore, le tue opere"
Tutto hai fatto con saggezza,
la Terra è piena delle tue creature"

(Sal. 104,24)

 
   .
   
   

 

 
 

Testi di M. Antonietta Pirrigheddu

© proprietà letteraria riservata