home cosa cerchiamo dipinti ciondoli il talismano scoperte 72 angeli

 

 

44. YELAHIAH

Capacità di combattere

La conoscenza del male - sia di quello ricevuto che di quello compiuto - produce in noi le forze migliori per combatterlo. Non si può sconfiggere un nemico che non si conosce. Ma spesso il nemico principale siamo noi!
A volte combattere il male significa occuparsi in primo luogo di se stessi. Non puoi fare nulla per gli altri se prima non hai fatto qualcosa per te.

 
 

 
 

Yelahiah è un "pensiero divino" messo a disposizione dei nati dal 29 ottobre al 2 novembre circa, i quali - secondo la Tradizione - ricevono questi doni:

Energia dirompente. Forza e fermezza.

Grande valore personale.

Coraggio; capacità di affrontare le avversità.

Capacità di guidare gli altri.

Facoltà di valutare in modo corretto i propri ideali

e quelli altrui.

 
 

 
 

Il dono è un'inclinazione, una tendenza, e può essere accettato o non preso nemmeno in considerazione.
Naturalmente è raro sviluppare tutte le tendenze portate dai nostri tre Angeli di nascita: saranno il carattere, l'ambiente e le vicissitudini della vita a scegliere con noi. Ma attraverso il dono, l'angelo dà anche se stesso.

 

 

Nell'antichità Yelahiah veniva invocato con questo versetto:

"Signore, gradisci le offerte delle mie labbra,
insegnami i tuoi giudizi"

(Sal. 119,108)

 

   .

   
   

 

 
 

Testi di M. Antonietta Pirrigheddu

© proprietà letteraria riservata