home cosa cerchiamo dipinti ciondoli il talismano scoperte 72 angeli

 

 

36. MENADEL

Lavoro interiore

È la ricerca della stabilità in se stessi, la lotta che si intraprende per equilibrare gli elementi del proprio essere. È lo sforzo e la volontà di superare i propri limiti interiori, per andare sempre oltre.
Il lavoro interiore si traduce, inevitabilmente, in un’attività esteriore. Col lavoro interiore avviene l’accettazione del lavoro fisico. Il fare, in fondo, non è altro che la manifestazione concreta di quanto si è appreso e scoperto dentro di sé.

Vuoi approfondire?

 
 

 
 

Menadel è un "pensiero divino" messo a disposizione dei nati dal 19 al 23 settembre circa, i quali - secondo la Tradizione - ricevono questi doni:

 Talento naturale per la medicina, soprattutto quella spirituale.
Amore per le scienze.
Carattere disponibile; capacità di confortare e consigliare.
Tendenza a migliorare ed elevarsi continuamente.

 
 

 
 

Il dono è un'inclinazione, una tendenza, e può essere accettato o non preso nemmeno in considerazione.
Naturalmente è raro sviluppare tutte le tendenze portate dai nostri tre Angeli di nascita: saranno il carattere, l'ambiente e le vicissitudini della vita a scegliere con noi. Ma attraverso il dono, l'angelo dà anche se stesso.

 

 

Nell'antichità Menadel veniva invocato con questo versetto:

"Signore, amo la casa dove dimori
e il luogo dove abita la tua gloria"

(Sal. 26,8)

 

   .

   
   

 

 
 

Testi di M. Antonietta Pirrigheddu

© proprietà letteraria riservata