home cosa cerchiamo dipinti ciondoli il talismano scoperte 72 angeli
 
 

18. CALIEL

Giustizia

Nella sua accezione comune, giustizia è dare a ciascuno ciò che gli spetta, e al contempo rispettare ciò che ognuno possiede.
Ma come si stabilisce ciò che spetta?
In realtà il concetto è più ampio. Giustizia è anche la rettitudine e l’imparzialità di fronte alla vita. Per applicarla è necessario conoscere le leggi divine, che sono ben diverse da quelle dell’uomo.
La vera giustizia si basa sull’altruismo, perché ancor più che al merito guarda alla necessità; e si accompagna alla generosità, che consiste non tanto nel dare quanto nel comprendere la condizione del prossimo.
Ma in primo luogo la giustizia si fonda sull’obiettività: dote assai difficile da praticare, perché a volte impone di giudicare se stessi, e in pochi sono disposti a farlo.

Vuoi approfondire?

 
 

 
 

Caliel è un "pensiero divino" messo a disposizione dei nati dal 16 al 21 giugno circa, i quali - secondo la Tradizione - ricevono questi doni:

Facilità di parola. Spirito giusto, integrità;
amore per la verità. Carattere amabile. Generosità.

 
 

 
 

Il dono è un'inclinazione, una tendenza, e può essere accettato o non preso nemmeno in considerazione.
Naturalmente è raro sviluppare tutte le tendenze portate dai nostri tre Angeli di nascita: saranno il carattere, l'ambiente e le vicissitudini della vita a scegliere con noi. Ma attraverso il dono, l'angelo dà anche se stesso.

 

 

Nell'antichità Caliel veniva invocato con questo versetto:

"Il Signore decide la causa dei popoli:
giudicami, Signore, secondo la mia giustizia"
 

(Sal. 7,9)

 

   .

   
   

 

 
 

Testi di M. Antonietta Pirrigheddu

© proprietà letteraria riservata