home 72 angeli articoli ciondoli talismani libro degli ospiti contatti


 

17. LAUVIAH (2)

Rivelazione

Noi sappiamo, ma abbiamo dimenticato. Nel profondo di noi stessi il vero sapere è ben fondato poiché, grazie alla Scintilla divina accesa in noi, già sappiamo quanto basta per vivere secondo le regole e l’armonia dell’universo. Sono la superficialità, l’indifferenza e le convenienze ad impedirci l’accesso alla sconfinata conoscenza presente nel Sé.
Rivelazione è la capacità di aprirsi ad essa; è la facoltà di ri-conoscere ciò che già si possiede. Allo stesso modo, ri-cordare significa riappropriarsi della capacità di sentire e pensare col cuore. Perché è proprio attraverso il cuore che l’anima parla e insegna.

 
 

 
 

Lauviah (2) è un "pensiero divino" messo a disposizione dei nati dall'11 al 16 giugno circa, i quali - secondo la Tradizione - ricevono questi doni:

Attitudine a scoprire le luci della vita. Rifiuto dei dogmi e di tutto ciò che viene imposto.
Capacità di cogliere i concetti al volo; grande intuito.
Attrazione per ciò che si cela dietro il piano della realtà visibile. Sesto senso.
Consapevolezza del fatto che anche il talento artistico può condurre alla Conoscenza superiore.
Mitezza di carattere e grande affettuosità.

 
 

 
 

Il dono è un'inclinazione, una tendenza, e può essere accettato o non preso nemmeno in considerazione. Siamo noi a decidere cosa sviluppare, lasciandoci condizionare dall'ambiente esterno o scegliendo di liberare tutto il nostro potenziale.

Solitamente conosciamo il nome di un solo angelo di nascita, ma in realtà essi sono tre e si possono individuare in base al momento in cui siamo venuti al mondo. Indagare i loro doni e le loro caratteristiche ci dà una stupenda chiave di lettura del nostro modo di essere. Ma anche la conoscenza approfondita di uno solo dei tre angeli può gettare lampi di luce all'interno di noi stessi, guidandoci a capire meglio ciò verso cui ci muoviamo. Se vuoi intraprendere questa magnifica avventura alla ricerca dei tesori nascosti dentro di te, contattami e ti metterò a disposizione uno strumento importante. Ne resterai sorpreso!

zoom

 

 

Nell'antichità Lauviah (2) veniva invocato con questo versetto:

«O Signore nostro Dio,
quanto è grande il tuo nome su tutta la Terra!»

(Sal. 8,10)

 

   .

 

Testi di M. Antonietta Pirrigheddu

© proprietà letteraria riservata