home 72 angeli articoli ciondoli talismani libro degli ospiti contatti


 

15. HARIEL

Purificazione e trasparenza

È la capacità di riuscire a vedere anche attraverso ciò che è opaco. Questo è possibile dopo aver reso “trasparenti” se stessi: solo allora si è in grado di distinguere, e perciò di indirizzarsi e indirizzare. Per poter vedere davvero, lo sguardo interiore dev’essere puro!

 
 

 
 

Hariel è un "pensiero divino" messo a disposizione dei nati dal 1° al 6 giugno circa, i quali - secondo la Tradizione - ricevono questi doni:

Varietà di interessi; capacità di dedicarsi a molte attività diverse.
Ampiezza di vedute, vivacità mentale e agilità di parola. Creatività. Integrità. Disponibilità e calore umano.
Predisposizione verso tutto ciò che è innovativo. Capacità di coniugare arte, scienza e spiritualità.

 
 

 
 

Il dono è un'inclinazione, una tendenza, e può essere accettato o non preso nemmeno in considerazione. Siamo noi a decidere cosa sviluppare, lasciandoci condizionare dall'ambiente esterno o scegliendo di liberare tutto il nostro potenziale.

Solitamente conosciamo il nome di un solo angelo di nascita, ma in realtà essi sono tre e si possono individuare in base al momento in cui siamo venuti al mondo. Indagare i loro doni e le loro caratteristiche ci dà una stupenda chiave di lettura del nostro modo di essere. Ma anche la conoscenza approfondita di uno solo dei tre angeli può gettare lampi di luce all'interno di noi stessi, guidandoci a capire meglio ciò verso cui ci muoviamo. Se vuoi intraprendere questa magnifica avventura alla ricerca dei tesori nascosti dentro di te, contattami e ti metterò a disposizione uno strumento importante. Ne resterai sorpreso!

zoom

 

 

Nell'antichità Hariel veniva invocato con questo versetto:

«Ma il Signore è la mia difesa,
roccia del mio rifugio è il mio Dio»

(Sal. 94,22)

 

   .

 

Testi di M. Antonietta Pirrigheddu

© proprietà letteraria riservata