home cosa cerchiamo dipinti ciondoli il talismano scoperte 72 angeli

 

 

13. IEZALEL

Fedeltà

È il rispetto delle proprie idee e delle proprie azioni, quando siano ben fondate, vagliate dall’intelligenza e basate sul buon senso. Idee che derivano da convinzione imprescindibile ma che non si basano sulla convenienza personale, perché si è  capito è necessario accettare la realtà anche quando non ci piace, costi quel che costi.
Frutto di questa fedeltà è la capacità di concedersi: di dare quel che si è e quel che si può, agendo in piena correttezza e senza presumere di sapere ciò che è meglio per l’altro. Un atteggiamento che non può essere dettato da sottomissione o costrizioni, ma unicamente dalla volontà di essere utili, in qualunque modo.

Vuoi approfondire?

 
 

 
 

Iezalel è un "pensiero divino" messo a disposizione dei nati dal 21 al 26 maggio circa, i quali - secondo la Tradizione - ricevono questi doni:

 Inclinazione a conciliare in sé il Principio Maschile e quello Femminile,
ma anche le tensioni dell'anima e quelle dell'intelletto.
Capacità di portare armonia.
Attitudine a mantenere buoni rapporti di amicizia.
Capacità di infondere speranza e fiducia.
Affidabilità. Precisione.

 
 

 
 

Il dono è un'inclinazione, una tendenza, e può essere accettato o non preso nemmeno in considerazione.
Naturalmente è raro sviluppare tutte le tendenze portate dai nostri tre Angeli di nascita: saranno il carattere, l'ambiente e le vicissitudini della vita a scegliere con noi. Ma attraverso il dono, l'angelo dà anche se stesso.

 

 

Nell'antichità Iezalel veniva invocato con questo versetto:

"Venite, applaudiamo al Signore,
acclamiamo alla roccia della nostra salvezza"

(Sal. 95,1)

 

   .

   
   

 

 
 

Testi di M. Antonietta Pirrigheddu

© proprietà letteraria riservata