home cosa cerchiamo dipinti ciondoli il talismano scoperte lascia un segno

 

Aldo Paliaga

IL SUPERIO, L'IO, L'ES

Che cos'è l'Es?  L'animale uomo nasce con il suo ES, la sua mente originaria, con i suoi istinti base, come tutti gli animali. Esso chiede le sue soddisfazioni, manifesta le sue esigenze, vuole ciò che la natura gli dice di volere nella sua vita. E' lo stesso di quello che fanno gli altri animali. L'uomo-base vuole soddisfazioni alimentari, affettive e, a suo tempo, sessuali, ma vuole anche considerazione, una presenza riconosciuta nel gruppo.  Il contenitore, il motore di queste esigenze, di queste pulsioni è chiamato ES.

Sia l'uomo che, un po' meno, gli stessi animali evolvono, adeguano e in qualche modo correggono le loro abitudini nel contatto con il gruppo nel quale sono portati a vivere. Lo sanno e, se hanno occhi, lo vedono coloro che hanno un cane.

In particolare l'uomo, che non è solo animale o meglio è un animale molto particolare, in quanto caratterizzato dalle sue importanti doti della corteccia cerebrale, evolve, apprende  adotta e modifica certe attitudini e certi valori di base che condizionano il comportamento. Egli apprende allora a diventare partecipe di quel gruppo umano nel quale è immerso, di cui adotta principi, valori, proibizioni, ideali, modi di essere. Acquisisce il suo superio, fatto  di condizionamenti, di apprendimenti, di identità, di modi di comportamento, ma anche di presunzioni, di fobie e  tabù, di concetti di lecito e illecito, di limiti e di diritti, di ciò che è buono e opportuno e di ciò che è male, indegno, inaccettabile. La creazione del superio è un'educazione non solo alla vita sociale, al comportamento, ma allo stesso modo di pensare.

Il superio può essere talora molto rigido e bloccante, denaturante, può essere quello che è stato alla base dell'educazione civile delle vecchie SS tedesche di infausta memoria.

 La risultante di questa complessa elaborazione mentale è l'IO, è la base dell'uomo reale che gira per le nostre strade, in particolare dell'uomo medio del nostro tempo che vediamo ogni giorno. Questo IO medio non è più quello di uno, due, tre secoli fa: è una realtà psicofisica e sociale in divenire, responsabile nel suo insieme del futuro del mondo.

 

precedente

successivo