home dipinti ciondoli scoperte il talismano even-gallery chi sono
 

Sabato 20 settembre 2014

 

Reading al Palazzo Pes Villamarina

"Olisabe e il Sarakino" per chiudere la mostra di Ortu

 
 

 

Maria Antonietta Pirrigheddu

TEMPIO. Chiuderà con uno spettacolo la mostra di Giuseppe Ortu su Elena de Lacon ospitata nei locali del palazzo Pes Villamarina. Domani (ultimo giorno utile per poterla visitare), alle 19, verrà proposto al pubblico della mostra “Olisabe e il Sarakino”, un reading di Maria Antonietta Pirrigheddu e Alessandro Deiana, un’attrice e un musicista noti e apprezzati nei rispettivi campi.

Farà da canovaccio al reading un racconto di don Francesco Tamponi, direttore dell’ufficio per i beni culturali della diocesi, basato su una vicenda realmente accaduta. Una vicenda appartenente al medioevo sardo, resa dopo tanti secoli pubblica da don Tamponi e dalla scoperta da lui fatta grazie ad alcuni documenti arabi. Anche se non coincide con lo stesso orizzonte cronologico della vicenda della giudicessa di Gallura Elena de Lacon, quella che è stata ricostruita da don Tamponi riporta ugualmente la memoria indietro di tanti secoli, facendo fare un salto lungo quanto un millennio, quando i saraceni, proprio intorno al Mille, sbarcarono sulla costa nord orientale della Sardegna tentandone la conquista.

Quella che dovrà interpretare Maria Antonietta Pirrigheddu sarà però una storia di amore e di morte, raccontata, sul filo del più classico cliché letterario, cent’anni dopo l’effettivo accadimento dei fatti, da un discendente dei protagonisti.

La lettura dei testi sarà intervallata dalla chitarra di Alessandro Deiana, superbo musicista, il quale si servirà anche di musiche di Sandro Fresi. Proprio Fresi aveva in passato dato veste artistica alle vicende raccontate da don Tamponi. In quell’occasione la lettura venne affidata a Matteo Gazzolo.

 

indietro

.